Le botteghe storiche di Mantova. Instagram, clic e aneddoti

Sabato 17 dicembre 2016 il primo instameet di Mantova ha portato alla riscoperta delle botteghe storiche del centro. Una passeggiata davanti alle vetrine per guardarle meglio e leggere i segni più caratteristici. Per chi non c’è stato ecco una piccola guidaContinua a leggere “Le botteghe storiche di Mantova. Instagram, clic e aneddoti”

Uno dei toponimi più antichi di Mantova

Dallo studio delle fonti si può avanzare l’ipotesi che via Massari è forse il toponimo più antico ancora in uso nel centro storico di Mantova. Cosa c’entra con la Befana? Niente. O meglio tutto. Le “cose vecchie” a volte è meglio conservarle. Dicevamo… via Massari. Continua a leggere “Uno dei toponimi più antichi di Mantova”

Corso Pradella: nomi perduti di una Mantova antica

Il traffico di corso Vittorio Emanuele inganna gli occhi di un contemporaneo affascinato dal via vai di luci, macchine e insegne. Il quartiere di San Giacomo era un’altra cosa. Porta Pradella accoglieva i pellegrini, Porta Leona faceva entrare.  Continua a leggere “Corso Pradella: nomi perduti di una Mantova antica”

Animali fantastici a Mantova e dove trovarli. Quartieri, contrade e stemmi

La suddivisione della città in contrade è storia passata. Di stemmi, colori, fazioni, simboli, animali. Vederne le tracce è come recuperare l’antico filo di Arianna. Conduce in quartiere, contrade, rioni. Si entra in un album di stemmi fantastici.  Continua a leggere “Animali fantastici a Mantova e dove trovarli. Quartieri, contrade e stemmi”

Le donne di Firenze, le più belle! Dal Duecento una storia di scollature

Si dice Medioevo e si traduce per la donna in una moda monastica e di copertura totale del corpo in cui solo gli occhi diventano lo specchio dell’anima. Nel Duecento la smentita che fece scalpore: a Firenze le donne mostrano le poppe al vento! Continua a leggere “Le donne di Firenze, le più belle! Dal Duecento una storia di scollature”

Le follie dell’imperatore. Da Nerone a Vincenzo I Gonzaga

Gli imperatori di Roma antica non erano certo famosi per la sobrietà. Tiberio, Caligola, Caracalla, Eliogabalo hanno fatto realizzare le loro manie, meravigliose o bizzarre, crudeli o grottesche. Questa pratica di far avverare i desideri arriva anche nelle Corti.  Continua a leggere “Le follie dell’imperatore. Da Nerone a Vincenzo I Gonzaga”

Cibo in scatola. Il modo di fermare le stagioni

Cosa c’entrano le scatolette con il Rinascimento? Non molto o per meglio dire tutto. Fin dal Medioevo si è cercato di conservare il cibo, soprattutto attraverso il sale. Ma soltanto sul finire del Settecento s’inventa l’inscatolamento per scopi bellici.  Continua a leggere “Cibo in scatola. Il modo di fermare le stagioni”

Dalla bottega alla moda. Preziosa storia dell’oro

Quando si pensa alla ricchezza si materializza il luogo comune delle monete d’oro, pesanti, sonanti, robuste. Ma in passato l’oro era cosa delicata, filigranata, che si intrufolava tra le pieghe della modaContinua a leggere “Dalla bottega alla moda. Preziosa storia dell’oro”

Le borse, dispense della vanità

Un accessorio indispensabile per le nuove dame di oggi è la borsa, in cui inserire un microcosmo di oggettini da portare sempre con sè. Ma le donne dell’antica Roma avevano le borse? e perché si chiamano così?  Continua a leggere “Le borse, dispense della vanità”

Tutto comincia… dalla forchetta

Vi siete mai chiesti quando si cominciò a mangiare con la forchetta? storia recente, del Rinascimento o addirittura più antica? Si mangiava con le mani o con strumenti simili alle nostre posate?  Continua a leggere “Tutto comincia… dalla forchetta”