Piazza del Purgo. Gonzaga Urban Regeneration

Si parlava di rigenerazione urbana anche nel Quattrocento. A Mantova venne interessata la parte dell’attuale piazza Marconi, ex del Purgo. Artefice del cambiamento il marchese Ludovico II Gonzaga che diede a Mantova il nuovo abito rinascimentaleContinua a leggere “Piazza del Purgo. Gonzaga Urban Regeneration”

Andrea Mantegna, di casa in casa.

Quando si parla di Casa del Mantegna si pensa subito alla sede in via Acerbi nel polo culturale tra Palazzo San Sebastiano, la Chiesa dell’Alberti e il Palazzo Te. Ma forse pochi sanno del suo senso collezionistico per gli immobili. Un proprietario di prestigio. Continua a leggere “Andrea Mantegna, di casa in casa.”

Rinascimento oscuro. Veleni, antidoti e farmacie

Il Rinascimento è sinonimo di bellezza. Ma nasconde il lato oscuro di complotti, inganni, cospirazioni che molto spesso si realizzavano in preparati velenosi che il malcapitato ingeriva a sua insaputa (o quasi). Antidoti e intrugli venivano creati a corte oppure acquistati nelle farmacie della città. A Mantova era famosa quella dei Groppelli.  Continua a leggere “Rinascimento oscuro. Veleni, antidoti e farmacie”

La Mantova criminale tra Cinquecento e Seicento

Nella notte del 28 gennaio 1671 si consumò a Mantova un duro attacco ai Gonzaga: la Cancelleria Ducale viene violata, sfondata la cassa e prelevati i preziosi denari. Il Duca ordina le più severe indagini. Tra ombre, nebbie e misfatti. Si bandiscono Grida.  Continua a leggere “La Mantova criminale tra Cinquecento e Seicento”

Corso Pradella: nomi perduti di una Mantova antica

Il traffico di corso Vittorio Emanuele inganna gli occhi di un contemporaneo affascinato dal via vai di luci, macchine e insegne. Il quartiere di San Giacomo era un’altra cosa. Porta Pradella accoglieva i pellegrini, Porta Leona faceva entrare.  Continua a leggere “Corso Pradella: nomi perduti di una Mantova antica”

Animali fantastici a Mantova e dove trovarli. Quartieri, contrade e stemmi

La suddivisione della città in contrade è storia passata. Di stemmi, colori, fazioni, simboli, animali. Vederne le tracce è come recuperare l’antico filo di Arianna. Conduce in quartiere, contrade, rioni. Si entra in un album di stemmi fantastici.  Continua a leggere “Animali fantastici a Mantova e dove trovarli. Quartieri, contrade e stemmi”

Il pranzo della domenica. Cristina di Svezia a Mantova

La Corte di Mantova, anche sotto i Gonzaga di Nevers, è stata un’affascinante meta per artisti, ambasciatori, giovani in odore di Grand Tour ed esploratori del gusto. Volti noti e meno noti. Quel novembre del 1655 sbarcò a Mantova la Regina Cristina di SveziaContinua a leggere “Il pranzo della domenica. Cristina di Svezia a Mantova”

Le follie dell’imperatore. Da Nerone a Vincenzo I Gonzaga

Gli imperatori di Roma antica non erano certo famosi per la sobrietà. Tiberio, Caligola, Caracalla, Eliogabalo hanno fatto realizzare le loro manie, meravigliose o bizzarre, crudeli o grottesche. Questa pratica di far avverare i desideri arriva anche nelle Corti.  Continua a leggere “Le follie dell’imperatore. Da Nerone a Vincenzo I Gonzaga”

Piazza Sordello. Big Bang of Mantua

Fino all’anno mille il vero cuore di Mantova, piazza Sordello oggi è la piazza più grande dove passi, direzioni e traiettorie prima o poi vanno a finire. Ma prima della famiglia Gonzaga era il nucleo della vita cittadina. Fuori le mura campagna. Dentro il potere.  Continua a leggere “Piazza Sordello. Big Bang of Mantua”

Cucina di corte. Un piatto per ogni Gonzaga

Si sa che i ricchi hanno le loro manie e in fatto di stravaganze la cucina riserva molti aneddoti curiosi. Dame, principi, imperatori, artisti si muovono in punta di forchetta tra gusti, sapori e cibi preferiti. Rinascimento in bocca. Continua a leggere “Cucina di corte. Un piatto per ogni Gonzaga”