Ferrara come la Mesopotamia

Ferrara era una città acquatica a tal punto da assomigliare, per ironia, al territorio della Mezzaluna fertile. La città si è sviluppata sulla riva sinistra del corso principale del Po che nei pressi del Borgo di San Giorgio si divideva in due tratti ovvero il Po di Volano verso est e il Primaro verso sud. Un po’ come il Tigri e l’Eufrate. Nelle zone in cui si sarebbe sviluppata la città medievale galleggiavano due isole note come di Polesine di Sant’Antonio e del Belvedere. Il primo insediamento di cui si ha notizia risale al 757 d.C. quando i documenti riferiscono di un ducatus Ferrarie. Si trattava di un piccolo borgo fortificato a forma di ferro di cavallo. E’ il castrum di età bizantina costruito già prima del VII secolo per fronteggiare l’avanzata longobarda e controllare il fiume. Così come le prime civiltà controllavano e governava il Nilo. Alcune vie che oggi si percorrono a piedi un tempo erano corsi d’acqua o le loro rive come le vie Carlo Mayr e Ripagrande. Appunto la grande riva.

Fotografia: Ferrara dall’alto (fonte Wikipedia)

Bibliografia: Il Castello, Corbo editore1985

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...