Un percorso d’amore a Mantova

Quante volte camminiamo nella nostra città senza prestare attenzione alle storie silenziose che ci passano a fianco. Come un gioco della settimana enigmistica si possono unire tutti i luoghi che custodiscono storie d’amore dolci e tristi. 

Mantova non è solo misura d’uomo ma anche di coppia. Da sempre infatti è stata la meta di coppie importanti come Umberto I e la regina Margherita e Francesco Giuseppe ed Elisabetta di Baviera (alias Sissi). San Valentino può essere l’occasione per imparare a camminare in città guidati da una bussola d’amore. Si può cominciare per ovvietà dal Castello di San Giorgio e dalla Camera degli Sposi dove ormai il nome “falso” conquista più del nome vero (Camera Picta). Sediamoci alla Corte di Ludovico II e Barbara di Brandeburgo dipinti da Mantegna come la coppia più bella del mondo. Per contrappasso in Piazza Pallone la coppia più triste, Francesco Gonzaga e Agnese Visconti, dove lei ricerca ancora la sua testa mozzata e lui che preferì seguire la ragion di Stato. Piazza Sordello era il cuore della cosiddetta politica dei confetti. Qui si celebravano i sontuosi matrimoni di casa Gonzaga. In città invece il cammino dell’amore si dipana in ogni direzione. Qualche assaggio per non deludere le attese. La casa di Antonio Viani e di Taddea Mantegna, la storia coraggiosa di Matilde di Canossa, le tre mogli di Luigi Gonzaga. Ma vi siete mai chiesti se gli artisti arrivati a Mantova stavano anche vivendo una storia d’amore? Alberti, Mantegna e Rubens, per non parlare di Giulio Romano. Anche se sposato e con figli può aver avuto una relazione un po’ libertina a Mantova? Amore significa anche gelosia, inganni e sortilegi. Quanti nel Rinascimento si saranno recati in una spezieria a comprare un elisir d’amore? Shakespeare, Marlowe, Romeo e nomi di innamorati invisibili finiti dentro una pozione. Storie anche macabre che non hanno un lieto fine, solo per colpa di una canzonetta amorosa.

Storie d’amore dolci e tristi – 10 febbraio ore 16 

Tour guidato, dimostrazione di una ceramica a tema amoroso, degustazione e omaggio floreale – costo 25 euro a persona. Per info e prenotazione 0376 397917 (ritrovo piazza Concordia 17, Mn)

Il bagno di Marte e Venere, Giulio Romano (Palazzo Te)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...