Rinascimentour. Il tour delle Corti italiane in 9 piatti

I tour possono essere stancanti e spesso c’è solo un ritaglio di tempo per una merendina, un panino già sentito e un sorso per dissetarsi. Vi propongo invece un Rinascimentour stando comodamente seduti a tavola. Buffet di menù verticale, così buono da non voler più alzarsi dalla sedia. Perché in fondo ogni piatto ha la sua storia e la sua politica

Antipasti tra Napoli e Roma. Perché si sa nel Rinascimento c’è un Aragonese in ogni famiglia. Chiedere ai Visconti e agli Sforza per conferma. Sentirete parlare di carabazada (non di cipolle ma di zucca) e della famosa frittata di mille uova in onore di Carlo V. Siamo a Padula e l’ospitalità al Sud è sempre stata sacrosanta. Ma il Papa poi mangiava davvero da Papa? In genere sì ma non il morigerato Pio V per il quale il suo cuoco segreto Scappi preparava brodini, uova sode, verdure cotte e insalatina. La nostra sarà di rinforzo invece! E si conoscerà come la cucina napoletana di oggi sia nata solo nel Settecento. Nel Cinquecento era una fricassea di Spagna e Francia.

Primi tra Mantova e Ferrara. Fratelli Tortelli. Ecco perché non scriverò molto per non aizzare gli animi padani. Tortelli sì, no, dove, quando, perché? Le bocche del campanilismo sono già pronte ad aprirsi ed è il suo bello. Come una cartina politica dell’Italia del gusto. Ebbene oggettivamente Ferrara fu la Disneyland delle feste e dei banchetti. Il suo Walt Disney fu il Messisbugo che con una mano spadellava i gamberi e con l’altra vendeva i cannoni di Alfonso d’Este a Carlo V. Altroché Masterchef.

I secondi non ve li posso spiegare perché si apre l’eterno capitolo Venezia contro Milano, una strategia politica degna del Trono di Spade. Rivalità che si compone nei piatti proposti: cicchetto in saor e pollo allo zafferano. Dal Canal Grande alla Madunina.

Qualcuno avrà detto in un certo momento “voglio il gelato!”. La regina dei dolci rinascimentali era Firenze non solo perché i suoi cuochi avessero talento ma perché c’era il Buontalenti. Architetto, artista, scrittore, inventore e chef. La sua crema ancora gira sui coni dei fiorentini.

E poi per il resto vi aspetto alla serata Rinascimentour in programma venerdì 8 settembre alle ore 21 a Mantova in piazza Concordia 17. Per info e prenotazioni 0376 397917 oppure mandare una mail a valorizzazione.mantova@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...