Le donne di Firenze, le più belle! Dal Duecento una storia di scollature

Si dice Medioevo e si traduce per la donna in una moda monastica e di copertura totale del corpo in cui solo gli occhi diventano lo specchio dell’anima. Nel Duecento la smentita che fece scalpore: a Firenze le donne mostrano le poppe al vento!

Le cosiddette donne reali, abbarbicate quasi in cima alla scala sociale, facevano del lusso la bacchetta magica per esaudire i loro desideri di bellezza. Stile angelicato, elegante e raffinato: Madonne di luce che gridavano all’emancipazione. A cominciare dai capelli: le donne si rasavano una parte dell’attaccatura per mostrare la fronte più alta, autentico simbolo di bellezza nel Medioevo. Le chiome erano di color oro o ramato, massaggiate con tinture a base di camomilla e altri impiastri chimici. Poi le altane facevano il resto per fissare il colore. Decorate con perle e trecce posticce: non è ancora tempo di agghindare i lobi con punti luce. Cipria bianca per conferire lucentezza. L’audace moda era soprattutto negli abiti molto leggeri, aderenti e dalle profonde scollature che perfino Dante definiva come sfacciate. E poi strascico, maniche dalle lunghe punte, scarpe dalle alte suole. Le donne fiorentine sono molto belle e adorne: questo recita un’antichissima tradizione. Delizia e meraviglia per gli uomini. Di certo tutte queste attenzioni al look richiedevano spese: si narra che le dame arrivassero ad acquistare dagli orafi la limatura dell’oro prodotta durante il lavoro in bottega, da spargere poi sul viso o sui capelli. Pericoloso maquillage. Di lì a poco cominceranno le famose leggi suntuarie: ogni città si doterà di un regolamento per limitare fogge, acconciature, gioielli, strascichi. La legge è legge, anche per la bellezza. Così il Cardinale Malabranca si raccomanda che le scollature fossero al massimo due dita sotto la gola. Ma l’astuzia colpisce soprattutto quando sottile: così le donne accolsero il Cardinale con le scollature coperte da un velo dorato che in solo apparenza faceva la sua funzione. Sipario alzato: alla luce del sole riluceva invisibile lo spettacolo nascosto del rosa. Un colpo di teatro sconvolgente. Bocche aperte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...